Seguici anche su

9 febbraio 2018

Con quella faccia un po’ così

Nel 2010-2011 Lezmi ha raccolto con il suo iPhone i volti dei politici ritratti nei manifesti elettorali a Pristina e Beirut. «Sono il campionario sociologico — dice — di due piccole e pericolanti democrazie»

Frederic Lezmi

 Vai al sommario

Che volto ha la democrazia? Frederic Lezmi ha visitato nel 2010-2011 Pristina e Beirut. Se la prima città è la capitale della più giovane democrazia europea — quella del Kosovo — il Libano è lo Stato mediorientale simbolo del difficile cammino delle istituzioni liberali tra aggressioni esterne e tensioni religiose. Armato del suo iPhone e tramite l’app di Polaroid, Lezmi ha ritratto i politici a loro volta immortalati nei poster elettorali, talvolta strappati, sfregiati, consumati. «Queste immagini — ha commentato il fotografo — sono pezzi effimeri di street art, simboli di anarchia addolciti dalla bellezza del collage, catturati lungo la strada con la fotocamera del cellulare. Servono da campionario sociologico di due piccole e pericolanti democrazie».

 

Altri articoli che potrebbero interessarti