Seguici anche su

19 gennaio 2018

Dove la madre single non è tabù

Un lavoro fotografico per raccontare la vita di molte donne in Islanda, il Paese con il tasso di famiglie con un solo genitore più alto al mondo

Annie Ling

► Vai al sommario

L’Islanda è il Paese con il più alto tasso di madri single al mondo: quasi due terzi dei bambini nascono da mamme senza un compagno. La prevalenza e l’accettazione della monogenitorialità, unita a una solida rete di sicurezza sociale e ai benefici collegati, possono spiegare perché in Islanda, diversamente da quanto accade in altri Paesi, le madri single godono possono contare su maggiore supporto e indipendenza nel cercare la soddisfazione personale, professionale o nel proseguire gli studi.

Il contesto storico e geografico dell’isola ha indubitabilmente contribuito a forgiare l’attuale cultura del Paese. Più precisamente, l’assenza di stigma sociali e una mentalità rilassata nei confronti del matrimonio rendono più semplice crescere una famiglia anche da single, soprattutto nelle piccole comunità e quando la propria famiglia d’origine vive nei paraggi.

Tuttavia, nonostante l’Islanda sia riconosciuta come una società egualitaria e come il Paese più femminista del mondo, le donne devono comunque fronteggiare difficoltà. Il gender gap retributivo, tra i più alti d’Europa, lascia le madri single che gestiscono una famiglia in svantaggio, con poche risorse a disposizione.

Altri articoli che potrebbero interessarti