Seguici anche su

24 maggio 2017

“Manifesto per riformare l’economia dei lavoretti”

Dal rating personale portabile all’orario minimo, undici proposte per conferire nuovi diritti ai lavoratori di Uber, Foodora e le altre. Evitando che la gig economy si trasformi in un Far West

► In edicola dal 26 maggio al 1° giugno o in edizione digitale ◄

STORIE 

manifesto per salvare la gig economy
Aloisi – De Stefano – Silberman

sindacati contro lobbisti in Europa è iniziato lo scontro
Giovanna Faggionato

Foodora: rider tutelati ma il mercato è povero
Gabriella Colarusso

e se l’economia dei lavoretti fosse una bolla?
Stefano Casertano

le prime crepe nella ’ndrangheta tradita dalle madri
Danilo Chirico

ma quale noia… Renzo e Lucia sono pop!
I nostri lettori scrivono

 

MAPPE 

benvenuti a Tallin dove lo Stato è digitale
Francesca Biagiotti

la Svizzera preferisce il business ai tibetani
Luigi Mastrodonato

così Putin vuole prendersi i Balcani
Giovanni Vale

 

IDEE 

e il disco creò la cultura di massa
Donald Sassoon

euro sì o no: Zingales studia da ministro 5 stelle
L’Alieno Gentile

ritorno ai Settanta, la ricetta di Corbyn
Mario Giro

 

INNOVAZIONI 

quantum computer la prossima sfida
Raffaele Mauro

nei calcolatori del futuro vincerà il germanio?
Jessica Marina Masucci

auto elettriche Merkel sfida Tesla
Rosario Birilli

 

ARTI

Netflix, ovvero le Mille e una notte
Gianluca Didino

l’occhio di Lynch nel nuovo Twin Peaks
Michele Casella

provate a vivere dentro Black Mirror
Davide Campione

Balenciaga come Rodin una moda da museo
Eleonora Attolico

 

[Foto in apertura di Daniel Leal – Olivasap / Getty Images]

Altri articoli che potrebbero interessarti